Wedding Planner? non è Moda… è un Servizio

progetti e priorità

Eccomi di nuovo a rispolverare casa, il blog ha un pò di ragnatele, mi perdonerete, ma sono stati mesi di valutazioni e sconvolgimenti di programma in corsa. Le cose semplici non fanno per me, forse in cerca di perfezione, alcuni progetti sono quasi pronti, ma messi in fila ad altre più urgenti priorità.

è un lavoro complesso

Il lavoro prima di tutto, è stato per me un periodo intenso, piccoli eventi ed un matrimonio speciale, hanno occupato per alcuni mesi il mio tempo e poi si sa, sono molto più presente di là nella mia pagina Facebook, il modo più diretto e pratico che ho per mostrare quello che è e che sta diventando Missweddingdesign.

facciamo chiarezza ?

Spesso questi momenti di pausa dall’una o dall’altra prospettiva, servono a fare chiarezza su alcuni punti fondamentali del nostro percorso, ora non vorrei addentrarmi in riflessioni sul mio IO e la mia personalità, ma questo è anche Lavoro, cercare di apparire sempre meno per essere molto di più.

La formazione, il mio percorso di progetti e di idee stanno andando ad ingranarsi alla perfezione (non si dice questa parola Eli), è una soddisfazione vedere i progressi e portare nel cuore i riconoscimenti, perchè questo è quello che la passione ripaga. Sentimentale stasera? va beh, concedetemelo, non vedevo l’ora di dirvelo. 

ciò che va oltre la passione

“Questo è quello che la passione ripaga” ebbene si, ho detto questa frase e me ne assumo la responsabilità, sapendo benissimo però che manca molto tra queste parole, non è sufficiente, non lo sarà mai, se vuoi che sia davvero LAVORO e non un passatempo. La differenza non è così sottile come sembra o come molti la fanno sembrare.

la formazione è indispensabile, come l’esperienza sul campo

Si può essere creative, perfette organizzatrici, avere intuito e attitudine, ma senza una formazione appropriata (bando alle etichette e ai grandi nomi) e senza una regolare posizione, beh tutta questa passione svanisce in un semplice “wedding cheee?” che ci viene detto spesso dagl’operatori di settore, molti di loro ancora lontani dal conoscere e apprezzare la nostra figura, e dalle stesse persone che ci circondano e che non hanno ben chiaro il nostro ruolo nell’organizzazione di un matrimonio.

il supporto e la collaborazione

La prima cosa che dobbiamo innanzi tutto dare nel nostro lavoro, sia chi lo svolge e sia chi forma nuove figure, è la giusta INformazione; noi per prime, wedding planner, designer, consultant, director, stylist, qualsiasi sia la scelta di servizi che vogliamo offrire, dobbiamo iesprimere chiarezza e diffonderla. Ecco perchè ho pensato a questo messaggio, un modo per mettere il PUNTO a un’idea sbagliata e dare il giusto nome alla nostra offerta: un servizio agli sposi.

questo è quello che bisogna dire e far conoscere:

un SERVIZIO di supporto e soluzione per gli sposi

un SERVIZIO in collaborazione con i fornitori

non è MODA…. che quest’anno va in un modo e l’anno prossimo vedremo….

questa è la filosofia di Missweddingdesign, la mia professione non è il mio passatempo.

Ci vediamo presto, sempre qui nel mio loft.

Elisa

Missweddingdesign Work in Progress

 

28298_397004472361_228534672361_4225383_8149465_n1Eccomi ragazze, sparita nel nulla per qualche settimana, chi mi segue sa che sono super presente sulla mia pagina di Facebook, ma qui vi ho lasciato un pò sole solette, me ne rendo conto. Beh spero di farmi perdonare nelle prossime settimane, vorrei parlarvi di alcuni progetti, tanti tantissimi in realtà, che stanno prendendo forma lentamente, ma dei quali vado molto fiera. Ne ho per tutti i gusti, nuovi servizi, nuove collaborazioni, tutte idee davvero innovative.

La speranza è sempre quella di dare voce e visibilità alla mia meravigliosa città, piccolo gioiello della pianura padana, un luogo vicino, ma lontanissimo, a grandi realtà turistiche come Il lago di Garda o Verona, spazi e paesaggi poco compresi e sottovalutati, ma che offrirebbero spunti suggestivi per eventi, cerimonie, e perchè no, anche per il business wedding destination.

Sposarsi a Mantova? io risponderei, LO VOGLIO!

Invece che si fa? si sceglie la consuetudine, la tradizione, poca è la voglia di mettersi in gioco e di provare a cambiare le cose.

Beh sappiate che io NON sono tra queste realtà che osservano spegnersi ogni entusiasmo chiudendo i cancelli, chissà che Mantova si risvegli da questo sonno tutto rosato e che si mostri per la meravigliosa città che è, con mille possibilità legate all’enorme potenziale di realtà emergenti che si buttano, nonostante il periodo non sia dei migliori, ma “guardano e passano” andando avanti. Se non adesso quando?

Misswedding sta crescendo, in questi mesi di assenza dal blog, mi sono dedicata a sviluppare progetti nuovi, ad instaurare sinergie costruttive, sicuramente ad orizzonti aperti, credendo molto nel mio lavoro e nella sua utilità lottando sempre contro chi fino ad oggi, ha voluto imporre questo mestiere come servizio riservato ad una classe elitaria, alto altissimo budget (lux wedding) che certo è una realtà, ma affiancata da molte altre possibilità che questo settore può offrire.

La mia volontà è proprio quella di trovare e offrire soluzioni anche ad altri target, che con servizi studiati su misura possono beneficiare della mia figura professionale, avendo a disposizione un’ampia scelta di opportunità, avendo la possibilità di occuparsi dell’organizzazione del proprio evento scegliendo il supporto della sola consulenza, e ancora, poter scegliere il COORDINAMENTO della giornata, un servizio breve e poco dispendioso, indispensabile e molto richiesto anche per eventi di più basso budget.

images (3)

COSA SARA’ MISSWEDDING – PLANNER ?

ORGANIZZAZIONE COMPLETA E PARZIALE

COORDINAMENTO- WEDDINGDAYCOORDINATOR

RICERCA FORNITORI

ORGANIZZAZIONE EVENTI (compleanno- battesimo-cresima-comunione-party a tema- babyshower-laurea)

CONSULENZA ON LINE

MINI SERVIZI- BUDGET PLAN- TIMELINE PLAN

BRIDAL CONSULTANT  – beauty – fitness- hairstylist- make up- dress

COSA SARA MISSWEDDING – DESIGN?

ISPIRATIONAL BOARD

SERVIZIO MISSPIN

WEDDING DESIGN PROGECT (in collaborazione con grafici, florist e allestitori di fiducia)

questo è Misswedding

per informazioni e preventivi inviate una mail qui Contact miss

In questo periodo è nata un’iniziativa che stò appoggiando sulla pagina MISSWEDDINGDESIGN di Facebook, #100infodays #istruzioniusoperweddingplanner, un modo semplice e altrettanto esplicito per dare le giuste informazioni e fare chiarezza su questa professione, rivolta alle coppie di sposi che ancora non sanno come lavora una wedding planner, rivolta ai professionisti di settore per dare la giusta importanza ad ogni fornitore e alla collaborazione con essi, indispensabile nel nostro campo, mi auguro vogliate seguirla e dare la vostra opinione.

Continuerò la mia attività su Facebook, in attesa che il mio salotto venga arredato con “complementi” nuovi, presto anzi prestissimo arriveranno nuovissime proposte che sono certa vi piaceranno.

Vi aspetto on line

MISSWEDDINGDESIGN MODALITA’ ONimages

A presto

Elisa

Spose sull’orlo di una crisi di nervi. #missweddingrubrica

sposa arrabbiata 2

Da oggi inauguro la nuova rubrica per le spose che hanno a che fare con l’ansia, o meglio per quelle che non se ne rendono conto. Perché dico così? Beh, perché ci sono passata, perché il mio matrimonio è stato organizzato in 4 mesi e perché seppur sorretta dalla mia passione, ero entrata nel vortice tanto meraviglioso, ma altrettanto snervante, dell’organizzazione del matrimonio; io stessa devo ringraziare l’unghia rotta del mio anulare sinistro, la sera precedente all’evento, per avermi fatto esplodere in un pianto liberatorio in cui è scesa adrenalina e gli ultimi grammi accumulati (come è andata a finire ve lo racconterò, magari in un altro post dedicato)

Mi piace scandire le fasi dell’organizzazione con tre tipiche frasi di una sposa: i primi mesi sono quelli dell’annuncio ai parenti e agli amici, dei Save the Date e delle collezioni di riviste; un periodo in cui viviamo volando liberamente ad un metro d’altezza, i nostri occhi cambiano forma assumendo quella di cuoricini, esclamando continuamente (per la gioia di chi ti circonda) “non vedo l’ora che arrivi il nostro grande giorno”.

Successivamente arriva la fase decisionale, in cui il tuo cervello viene assalito da una quantità enorme di idee, dubbi e passi da fare, i vostri week end sul lago vengono improvvisamente sostituiti da visite alle location, colloqui coi fornitori, chilometri e chilometri passati in auto da un appuntamento all’altro, cercando aiuto e sostegno dal vostro futuro marito, che puntualmente risponderà: “quello che vuoi tu a me andrà benissimo tesoro”. (questo parola tesoro, avrà molti significati che comprenderete molto presto). E’ questo il periodo dove vi ritroverete a pensare spesso (a volte nelle vostre notti insonni, altre volte anche urlando): “non vedo l’ora che tutto finisca!”. Forse in tutto questo ti sentirai agitata, nervosa e come una pallina in un flipper, ti appoggerai alla mamma poi all’amica, quasi mai alla suocera, fino a ritrovarti da sola con le tue scelte. Tutto assolutamente normale, mia cara.

La terza frase, la più nostalgica e allo stesso tempo, la più significativa, è quella che si pronuncia il giorno dopo, quando tutto è passato, quando si tirano le somme, quando guardi il tuo abito appeso all’armadio ed esclami: “ il tempo è volato troppo in fretta”.

Questa piccola e veloce analisi ( e scusate a volte la mia formazione scientifica mi porta a ricadere in intense riflessioni sullo stato d’animo e la salute) per farvi capire che in tutto questo periodo, in cui siete assorbiti dai piaceri e dalle difficoltà che l’organizzazione comporta, non vi siete fermati a pensare e a dire una sola frase, quella che avrebbe dovuto sostituire le altre: “ perché non siamo riusciti a goderci in pieno questo periodo, lasciandoci travolgere dalle aspettative e dall’impegno richiesto?

La risposta è solo una, “perchè non avete pensato abbastanza a voi stessi”

Non è colpa di nessuno, non fraintendetemi, la mia intenzione non è quella di terrorizzarvi, ma solo quella di farvi riflettere. Semplicemente, il  Tempo in cui viviamo, non ci permette di potere fare tutto, scorre veloce e troppo intensamente per lasciarci spazio. Le nostre giornate sono normalmente “all inclusive”, di lavoro, famiglia, amici, impegni vari, per molte di voi anche i figli, per cui è normale che l’organizzazione del vostro matrimonio, si inserisca come mole ingente di ore extra, accompagnate da una buona dose di stress.

Vi riporto un dato che ha attirato la mia attenzione e che mi ha portato ad iniziare questa rubrica:

Il matrimonio è uno stress scientificamente ammesso e collocato addirittura a livello 50 nell’autorevolissima Scala dello stress (da 0 a 100) di Holmes e Rahe, gli psichiatri inglesi che studiarono l’incidenza di un evento stressante sulla vita delle persone. Sposarsi stressa perfino più di una gravidanza.

Da sposa e da Bis mamma non posso che essere d’accordo con questa affermazione, ma aldilà delle statistiche, credo davvero che lo stress e il matrimonio non debbano avere nulla in comune, lo stress non deve impossessarsi del tuo tempo, certo in un discorso simile il mio lavoro si inserisce a puntino, d’altra parte io offro tempo e non mi stancherò mai di ripeterlo (il mio slogan? Mmmh, può darsi). Spesso insisto su questo tasto e vi chiedo quanto valore date a momenti così intensi e carichi di emozioni che non si ripeteranno più. Il valore è riuscire a goderseli. Una soluzione c’è sempre.

 

Esercizio-time: Pensa al tuo matrimonio, trova il modo per godertelo.

wedding-planner

Spero che questa nuova rubrica vi piaccia, ho cercato un modo per parlare con voi qui nel mio loft, che non vuole essere solo un salotto di stili, ma un incontro tra amiche sorseggiando un buon caffè, ho anche la camomilla se preferite.

Aspetto i vostri commenti qui sul blog o sulla mia pagina facebook, QUI.

A presto

Elisa

1 2 3 4 5